Il messaggio dell’Autorità per l’infanzia e l’adolescenza agli studenti

Sappiamo tutte e tutti di avere un’Autorità Garante che tutela i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza?

“Istituita con la legge 12 luglio 2011, n. 112, l’Autorità Garante nazionale ha un ruolo centrale per la promozione e la tutela dei diritti dei minori sul territorio dello Stato. Il Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza è Carla Garlatti, succeduta a Filomena Albano” (dal sito istituzionale AGIA).

Il messaggio della Garante posiziona ciascun bambino/a, alunno/a, studente dentro il diritto di imparare, diritto che, a sua volta, promuove il diritto a esprimersi e all’essere ascoltati. Quest’anno scolastico, con il rinnovo del CCRR, permetterà a tutte e a tutti di continuare a esprimersi anche facendo sentire la voce di bambini e ragazzi nel lavoro con e per la città di Eraclea.

Dietro al nostro impegno, l’impegno dell’Autorità che tutela il nostro fare:

Il mio impegno sarà quello di ascoltarvi, come ho già fatto e intendo continuare a fare, per portare i vostri desideri, esigenze e anche sogni all’attenzione delle istituzioni.

[…]

Carla Garlatti

Qui il link del messaggio completo.

Il CCRR non si ferma…neppure d’Estate!

Buongiorno, siamo la commissione Solidarietà e Opportunità per tutti del C.C.R.R., il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Eraclea.

Vorremmo raccontarvi brevemente un progetto che abbiamo studiato, definito e realizzato.

Il 5 luglio abbiamo organizzato una raccolta di vestiti usati in buone condizioni, che tramite le associazioni CARITAS e IN CAMMINO CON MARIA abbiamo devoluto a famiglie in difficoltà economica del nostro Comune.

La raccolta è stata realizzata davanti alla biblioteca di Eraclea, dove con un cartellone era possibile leggere il nostro slogan: RENDERTI FELICE PUÒ FARMI SOGNARE.
A presto con nuovi aggiornamenti del C.C.R.R.!

A destinazione! La nostra raccolta negli spazi organizzati della Caritas.

LA CONFERENZA DELLE GIUNTE DEI CCRR DEL VENETO ORIENTALE. IL FOCUS: PACE E AMBIENTE

ERACLEA MARE, 17 GIUGNO 2022.

L’incontro in presenza delle Giunte dei CCRR  del Veneziano si è tenuto nel parco del Centro Ambientale a Eraclea Mare.

Erano presenti i rappresentanti delle Giunte dei CCRR di Cavallino-Treporti, Eraclea, Fossalta di Piave, Meolo, Noventa di Piave, San Donà di Piave. Con loro, docenti e referenti, l’assistente sociale di Eraclea.

A dare il benvenuto agli ospiti,  la Sindaca della Città di Eraclea Nadia Zanchin, che ha espresso apprezzamento per l’impegno delle ragazze e dei ragazzi; poi un saluto da parte dell’assessore Roberto Ongaro, che ha augurato loro di coltivare e far crescere la passione politica attraverso queste importanti esperienze di partecipazione.

Dopo un tempo dedicato alla conoscenza, il focus è stato sugli obiettivi 2030 “Pace e Giustizia” e “Vita sulla Terra”, con attività cooperative  coinvolgenti grazie alla  guida degli educatori Gaia, Elisa, Fabio e Vanessa. A imprimere ulteriore significato alla mattinata, l’intervento di Armando Ortolan (soprannominato Billy), esperta guida alpina del C.A.I., capace di catturare l’attenzione e di accendere curiosità e passione di tutti.

Il saluto finale è stato all’insegna dei sorrisi e dello scambio di indirizzi, con un arrivederci al sapore di mare: prossimo appuntamento, a Cavallino Treporti!

A breve, il resoconto delle attività!

Buon Compleanno, Reupubblica!

Domani, 2 giugno, si celebra la Festa della Repubblica italiana: proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani e le italiane, dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia (di cui 20 di dittatura fascista, conclusa durante la Seconda Guerra Mondiale), scelsero di abolire la monarchia facendo diventare l’Italia una Repubblica costituzionale. (qui un interessante articolo di Focus Jr).

Il 2 giugno è una delle giornate in cui è più facile ascoltare l’inno nazionale detto Inno di Mameli ma che in realtà si chiama Canto degli italiani.

A ROMA…

La cerimonia prevede “la deposizione di una corona d’alloro al Milite Ignoto, simbolo di tutti i caduti in guerra e che non sono mai stati riconosciuti, presso l’Altare della Patria. A seguire, una parata militare alla presenza delle più alte cariche dello Stato (Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, ministri ecc…)”.

NELLA NOSTRA CITTÀ DI ERACLEA

Il link al programma della cerimonia. Ritrovo del CCRR in piazza Garibaldi alle ore 9:30.

Monumento ai caduti a colonna spezzata. Opera di Giovanni Possamai

Dopo il dire e il fare, ci sta il DOCUMENTARE… Un bel tempo PRESENTE!

PRIMO MAGGIO: FESTA DEL LAVORO

ARTICOLO 1 della COSTITUZIONE ITALIANA.

Il magistrato Gherardo Colombo ricorda ai ragazzi e alle ragazze che per lavoro si intende “il lavorìo di tutte le persone”.

COSA SIGNIFICA?

Il lavorìo delle persone, anche dei più piccoli, è quell’impegno di ciascuno e di ciascuna a portare il proprio contributo per garantire la democrazia, per rendere il mondo una casa più confortevole per tutti.

UN LAVORO DIGNITOSO

Il Magistrato spiega che i primi tre articoli della Costituzione sono strettamente collegati tra loro: “Infatti, se l’articolo2 afferma che “ La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo…”; se l’articolo 1 afferma che l’Italia è una Repubblica democratica ( e cioè che tutti partecipano all’amministrazione della società), dipende dal riconoscimento della pari dignità universale sancito dall’articolo 3”.

Al LAVORO DIGNITOSO è dedicato anche l’obiettivo n. 8 dell’Agenda 2030

Di seguito,  alcune importanti condizioni.

  • Deve essere un lavoro dignitoso, cioè che rispetti le persone e la loro libertà.
  • Deve essere un lavoro pagato giustamente, in relazione del costo della vita del Paese dove si svolge.
  • Non deve danneggiare l’ambiente, né la salute dei lavoratori; deve cioè rispettare una produzione e un consumo sostenibili.
  • Deve lasciare spazio alla creatività, l’innovazione
  • Deve essere incoraggiato e aiutato chi ha l’intenzione di crearsi un lavoro per conto proprio.
  • Si devono creare posti di lavoro per tutti, con particolare attenzione a donne, giovani e disabili, e tutti devono essere pagati in modo uguale per un lavoro di uguale valore. (tratto da “Progetto Ipazia”)

PER CONCLUDERE, UN VIDEO PER I PIÙ PICCOLI

Durante la pausa delle vacanze di Pasqua, il CCRR non si ferma!

Di seguito, il link due presentazioni con i report del lavoro di Giunta e CCRR in plenaria.

Per noi Documentare fa rima con Valutare!

Festa 25 Aprile 2022



RI-COR-DARE ridare al cuore quel che è stato: saper apprezzare il valore della libertà.
A metà aprile del 1945, i partigiani proclamarono l’insurrezione generale e cominciarono una serie di attacchi per liberare le maggiori città italiane. “I combattimenti proseguirono fino all’inizio di maggio ma, fin dal 1946, la festa della Liberazione si celebra il 25 aprile, cioè il giorno in cui le città di Milano e Torino furono liberate dall’occupazione straniera.
 
A introdurre la ricorrenza fu il decreto il 22 aprile del 1946” (per saperne di più, qui l’articolo di Focus Junior). Da allora, ogni anno ci si ritrova a celebrare e a riflettere sulla libertà da apprezzare, custodire e tramandare.

Il CCRR di Eraclea, parteciperà alla cerimonia.

Partecipare attivamente alla Festa della Liberazione

In preparazione a questa importante festa per il nostro Paese, la Giunta del CCRR si è incontrata il giorno 15 aprile, andando a riflettere sui valori che questo giorno ricorda a tutte le italiane e a tutti gli italiani.

Il 25 aprile è infatti la festa della Liberazione. La Giunta si è chiesta…liberazione da che cosa? Perché si fa festa?

“Perché questo è il giorno in cui i soldati nazisti e fascisti si ritirarono da Torino e Milano, anche se la guerra continuò ancora per un po’…” (da Focus Junior)

I membri della Giunta prima hanno condiviso storie toccanti, apprese in famiglia, con protagonisti nonni, bisnonni, prozii che hanno vissuto gli anni terribili della Seconda Guerra Mondiale, storie di chi è sopravvissuto ai campi di prigionia dopo essere stato catturato in paesi stranieri, riuscendo a far ritorno a casa.

Il compito che si sono dati sindaca, vicesindaco, assessore  e assessori è stato quello di dare un significato alla parola LIBERTÀ conquistata quel 25 aprile, declinandola nel tempo e nella situazione in cui viviamo.

Le parole chiave, scritte in un cartellone, sono state commentate e legate tra loro, acquisendo ognuna un valore “aumentato” proprio da quei collegamenti che altro non sono che le azioni che si devono fare affinché i valori diventino stile di vita.

Tra le parole spicca un “PERCHÉ”: perchè da tanta devastazione, odio e morte provocati dalle guerre del passato, dalle logiche di invasione, di sottomissione di popoli privandoli della libertà, si possa ancor oggi vedere quel che sta accadendo in Europa, con un’Ucraina invasa e martoriata.

Infine, ogni membro della Giunta ha scritto alcune riflessioni personali che sono andate a comporre i pensieri da offrire alla cittadinanza il 25 Aprile in piazza a Eraclea.

QUI IL REPORT CON LE RIFLESSIONI EMERSE.

QUI LA DOCUMENTAZIONE DELLA SEDUTA DEL CCRR IN PLENARIA

GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA 2022

“L’evento viene celebrato ogni 22 aprile dalle Nazioni Unite e dalle tante organizzazioni schieratesi in difesa dell’ambiente. L’obiettivo dichiarato dell’Earth Day è infatti quello di coinvolgere sempre più nazioni e “fette” della società civile nella tutela dell’equilibrio naturale, prendendosi cura delle foreste, evitando lo spreco di risorse, supportando l’adozione di fonti energetiche più green, combattendo il riscaldamento globale e adottando stili di vita sostenibili.

La prima Giornata della Terra in assoluta si è tenuta il 22 aprile del 1970, quando circa 20 milioni di cittadini statunitensi risposero all’appello del senatore democratico Gaylord Nelson scendendo in piazza a manifestare per la salvezza del pianeta. Noi ora siamo abituati a questo genere di cose grazie a iniziative come i Fridays for Future di Greta Thunberg, ma allora una simile partecipazione per la causa ambientale fu un evento straordinario”.

[…]

Il tema della Giornata della Terra 2022

Quest’anno il tema del 52esimo World Earth Day è Invest in our Planet (“Investi nel nostro pianeta”), ossia la necessità ad impegnarsi tutti insieme per plasmare una nuova società più equa, sostenibile e in grado di affrontare le sfide del futuro affidandosi sempre di più a tecnologie e messi di produzione green.[…]” CONTINUA LA LETTURA SU FOCUS JUNIOR

E ORA GUARDATE QUESTI DUE VIDEO SU YouTube

REPORT COMMISSIONE SCUOLA

Ci siamo confrontate/i su un bel po’ di idee, fino a selezionarne due su cui ci siamo già messi a lavorare!

QUI IL REPORT