1° Gennaio: Giornata Mondiale della Pace

Goal_16Iniziare l’anno nuovo dedicandolo alla riflessione sulla Pace è l’augurio più bello.

La pace si co-costruisce a partire dalle parole-valore: rispetto, reciprocità, solidarietà, condivisione, coesione, comprensione, resilienza, opportunità. Da queste parole si costruisce la comunità del rispetto, delle parole delicate, dell’attenzione all’altro, dell’apprezzamento, della diffusione del buono e del bello.

L’immagine, tratta dal Corriere della Sera​, con la word art sulle parole del Presidente Mattarella nel discorso di fine anno agli Italiani: al centro, il valore del dialogo come opportunità di incontro con l’altro.

La sicurezza si garantisce con il rispetto reciproco.

Proposito per il 2019:

Buone relazioni di rispetto e stima reciproca a tutt*

wordcloud_italia

Buon Compleanno ! 29 candeline per la Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Nella Giornata dedicata ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’UNICEF propone momenti di riflessione: allarghiamo occhi, orecchie, mani e cuore alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi che ancor oggi vedono i propri diritti negati. Tra questi, il DIRITTO ALL’ISTRUZIONE.

COMBATTERE I GIGANTI CON…

Una bambina sconfigge i giganti della guerra con la forza dell’istruzione: un righello come spada, un libro come scudo, uno zainetto come paracadute, un’aula scolastica come rifugio finale da cui ripartire con una nuova vita

FOCUS SUL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE

Sustainable_Development_Goals_IT_RGB-04

Obiettivo 4: Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti.

I bambini di tutto il mondo condividono lo stesso desiderio: quello di andare a scuola. Eppure, un’istruzione di qualità accettabile rimane un sogno ancora per troppi di loro. Sono oltre 120 milioni i bambini ai quali è negato il fondamentale diritto all’istruzione di base e in oltre metà dei casi si tratta di bambine.

L’UNICEF è da sempre in prima linea nell’impegno globale per garantire il diritto all’istruzione per tutti, con particolare attenzione per le bambine e per i gruppi vulnerabili, ed è protagonista di un’azione incessante per tradurre questo principio in piani d’azione, programmi e progetti concreti in tutti i 156 paesi in cui opera. Insieme possiamo sognare e cominciare a realizzare!

Visita il progetto “Diritto all’istruzione per i bambini svantaggiati” in Libano

Visita il progetto “Scuola e protezione per i bambini di strada” in Bangladesh

10 Ottobre 2018 ore 10:00. Flash mob sulla Pace

Coloriamo la pace

è un’iniziativa realizzata in collaborazione con UNICEF da parte delle  Scuole Amiche della provincia di Venezia.

La finalità è  affermare coralmente il diritto di tutti i bambini e adolescenti di essere felici ricordando coloro i quali vivono situazioni di guerra, la condizione di profughi o di rifugiati.

Le classi dell’Istituto Comprensivo di Eraclea sono partite dalla visione di un filmato promosso dall’UNICEF “Batman in Siria”, che è stato utilizzato anche per realizzare il video di documentazione della Giornata.

Goal_16

Poi il GOAL 16 degli Obiettivi ONU per lo sviluppo Sostenibile

A seguire la discussione, la lettura di articoli, lettere e poesie;

e infine progettare e dar forma alla parola PACE per animarla e diffonderne il valore dell’impegno di tutti a realizzarla.

 

Proclamato il CCRR di Eraclea 2018-2020

Grandi emozioni giovedì 26 aprile a Ca’ Manetti.

Davanti al Consiglio Comunale al completo, riunito per una  seduta di lavoro, i due CCRR: quello uscente e quello appena eletto dalle ragazze e dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Eraclea. Alle spalle i genitori, sostenitori convinti di questo progetto, che credono nel valore della partecipazione di tutti – e i loro figli in prima linea – a favore della città.

Dopo aver ascoltato gli assessori delle Commissioni su quanto realizzato nei due anni di mandato, è stato il momento della  proclamazione del nuovo CCRR, con i suoi 38 componenti.

Il sindaco Mirco Mestre ha investito il nuovo Sindaco jr Matteo Scomparin con la fascia tricolore. Cinzia Bozzetto, Sindaco CCRR di Eraclea dal 2016-2018, non potendo essere presente, ha inviato una lettera di saluto e di augurio.  Poi il discorso del vice sindaco, Rebecca Ongaro, felice del ruolo conferitole dai ragazzi e dalle ragazze di Eraclea,  mandato che si impegna a svolgere con entusiasmo.

Infine, il discorso del nuovo sindaco del CCRR Matteo Scomparin, che riportiamo di seguito:

“Buona sera a tutti!

Per chi non mi conosce sono Matteo Scomparin,  ho 10 anni e frequento la classe 4^ presso la scuola primaria “Giannino Ancillotto” di Stretti.

Sono molto emozionato e onorato della fiducia che mi avete dato.

Da oggi comincio una nuova avventura iniziata un po’ per gioco ma che poi è diventata molto importante per me, e mi impegno a indossare con rispetto questa fascia tricolore col simbolo della nostra Repubblica Italiana cercando di rappresentare al meglio tutti i ragazzi e le ragazze del nostro istituto comprensivo “Edmondo de Amicis” durante tutti gli impegni in cui sarà chiamato il CCRR…

#partecipareinfinitopresente #influenzapermettendo.

Infine grazie agli adulti che ci hanno dato questa possibilità, a tutti quelli che mi  hanno votato e buon lavoro a tutti NOI.

GRAZIE ERACLEA!”

Quel “Grazie Eraclea” con un timbro più alto, riassume tutta la passione e l’entusiasmo del nuovo CCRR  di cui Matteo si farà portavoce e a cui tutta la comunità di Eraclea guarda con grande orgoglio e fiducia.

NUOVO CCRR 2018-2020

Tante idee, Tanto impegno, Tante emozioni da parte di tutti i candidati.

Poi la scelta, che ha visto esultanza di alcuni e un po’ di delusione per altri.

Ma il plauso va a ciascuno: a chi si è messo in gioco e a tutti i compagni e le compagne che hanno collaborato a realizzare manifesti elettorali e incoraggiato le presentazioni in pubblico.

Ad accompagnarci nel clima, una Filastrocca (della DIFFICILE SCELTA) di Bruno Tognolini, utile sempre…per tutti ;-)

Meglio così, o meglio così? 

Io non capisco cosa devo fare 

Meglio di no, o meglio di sì? 

Ci son due strade e non so dove andare 

È meglio quello? È meglio questo? 

Povero cuore, che nel dubbio atroce 

Meglio se vado? Meglio se resto? 

Rischia di aprirsi come una noce 

Ma se si apre, lo vedrò meglio? 

Lo capirò forse quello che voglio? 

La scoprirò la via giusta qual è? 

Povera noce! Povera me! 

E ORA…QUI LA LISTA DEGLI ELETTI!!!

BUON LAVORO AL NUOVO CCRR!!!

Sogna in grande Principessa!

Un bel video Disney per…

Per ogni ragazza che coltiva i propri sogni imparando a credere in se stessa.

Per ogni ragazza che sogna in grande c’è una principessa che le dimostra che i sogni possono diventare realtà.

4 novembre: Incontro Commissioni CCRR . Due poesie da condividere a fine lavori

papaveri_rossi (15) Le preghiere dei bambini

Non brucino più interi quartieri.
Non si vedano più bombardieri.
La notte sia per dormire.
Si cancelli la parola punire.
Le madri non debbano piangere.
Nessuno più debba ammazzare.
Che ognuno possa qualcosa creare.
Che di tutti ci si possa fidare.
Che i giovani ottengano tutto questo,
e anche i vecchi … ma presto.

Bertold Brecht

Se vuoi la pace

Se vuoi la pace dichiara guerra alla guerra al tuo egoismo

che vuole tutto per sé  e non ti fa vedere il bisogno del tuo fratello.

Combatti ogni desiderio di dominio

che vuole farti comandare nel gioco, a scuola, a casa,  dappertutto.

 Se vuoi la pace cerca che tutti attorno a te abbiano il necessario,

abbiano la possibilità di parlare: siano liberi.

Come vuoi essere libero tu

di parlare, di lavorare,

di pregare, di amare, di vivere.

 La pace incomincia da te.

 G. Elba

Elezioni CCRR: PROGRAMMI ED ELETTI DALLA SCUOLA PRIMARIA “GIANNINO ANCILLOTTO”

PROGRAMMA ELETTORALE GIACOMO SCOMPARIN  CL 5^

 STRADE SICURE –  AMBIENTE

  • Organizzare il PEDIBUS per portare a scuola e riportare a casa il maggior numero di bambini di Stretti
  • Installare l’autovelox ed il tabellone luminoso che segnala la velocità in prossimità del centro abitato di Stretti.
  • Sistemare il marciapiede davanti alle poste realizzando nuovi posti auto
  • Avere più controlli della vigilanza nel piazzale davanti alla scuola
  • Mettere dossi artificiali nelle laterali che collegano alla Triestina
  • Sostituire i lampioni più vecchi con nuovi che vanno a energia solare

 

SLOGAN

Vieni con Giacomo… Dai un passaggio alla sicurezza!

PROGRAMMA ELETTORALE DI STEFANET ALESSIO CLASSE 5^

SPORT-AMBIENTE-SICUREZZA

  • Organizzare giornate sportive con varie tipologie di gioco per dare a tutti la possibilità di avvicinarsi ad uno sport per conoscerlo e divertirsi.
  • Organizzare le “NOSTRE OLIMPIADI” dell’Istituto Comprensivo E. DE AMICIS con varie discipline sportive a fine scuola.
  • Rendere accessibile il campo da calcio di Stretti a tutti i bambini.
  • Migliorare il parco di Stretti con giochi nuovi e renderlo più sicuro.

Voci dalla classe V A della Scuola Primaria De Amicis: DISCORSI DI CANDIDATURA AL C.C.R.R. DI ERACLEA

Io, Andrea Turetta, vorrei proporvi il mio progetto che consiste nel dare la possibilità di fare sport a tutte le persone.

Questo progetto è basato sul gioco e il divertimento e non sull’agonismo come alcuni adulti pretendono dai loro figli.

Perché no agonismo?

No agonismo perché alla nostra età bisogna giocare per divertirsi, stare insieme, partecipare e accettare qualsiasi risultato.

Perché non  pensare solo a vincere?

Perché è sbagliato pensare solo a vincere, è meglio mettersi in gioco e divertirsi!

Ho ancora un altro punto da proporvi: aggiustare le fontanelle e le strade di questa città.

Per il progetto “ Giocare per Giocare” ho pensato ad una giornata che si svolgerà in patronato con dei giochi e dei tornei anche per le persone disabili.

Votatemi, sono Andrea della classe 5°A!

ANDREA

 

Cineforum e pomeriggi ludici….

Il cineforum è importante perché si sta insieme, si imparano cose nuove e si discute sul film.

Mi sono candidata perché vorrei aiutare gli altri e dare la possibilità ai ragazzi di trascorrere dei pomeriggi da favola!

Voi mi direte che un film non serve a imparare, che è meglio fare i compiti e studiare. Forse per voi stare insieme causa solo litigi e discutere del film è solo una perdita di tempo….

Ma io vi dico che guardare un film è istruttivo:

  • Si conoscono persone nuove;
  • Si provano emozioni;
  • Si imparano argomenti nuovi che il film propone;
  • Ci si diverte.

Un’altra cosa che vi propongo e vi prometto di organizzare sono delle attività ricreative da fare dopo la scuola:

  • Per stare in compagnia e svagarsi
  • Per non annoiarci e poter scherzare
  • Per poter giocare e scoprire cose nuove.

Coinvolgeremo nella nostra attività i ragazzi della casa dell’accoglienza e i nonni facendo lavori manuali e giochi di una volta.

 

ASIA

 

Mettiamoci il cuore ….

Cos’è la solidarietà per noi?

Per noi la solidarietà è aiutare le persone come noi.

“Il cibo non va sprecato!” Tanti grandi ce lo dicono ma in quanti lo facciamo sul serio? In pochi, ammettiamolo…. Io propongo di impegnarci e di provarci.

Alla mensa scolastica, dove tutti noi mangiamo, va sprecato un sacco di cibo che a tanta gente servirebbe. Impegniamoci, questa “parola” deve suonare bene nella nostra testa.

Dobbiamo far diventare quotidiana questa parola apprezzando tutto ciò che è cibo. Per esempio dando quello che viene preparato alla mensa e che avanza intatto alla mensa dei poveri e se proprio non è possibile ai canili: in modo che non venga sprecato e buttato.

Solidarietà è anche dedicare il nostro tempo agli altri. Possiamo realizzare un mercatino per raccogliere fondi e regalare materiale scolastico a chi non se lo può permettere.

Qualche dolcetto per qualche matita!

Vestiti, giocattoli, libri…. Quante cose non usiamo? Facciamo felice qualche bambino con i nostri gesti, regalandogli un’infanzia migliore.

“Perché faccio questo? – mi chiederete.

Perché con il nostro impegno possiamo cambiare la storia di tante persone!

 

EMY

 

Cari alunni e alunne della scuola Edmondo De Amicis  vi volevo presentare il progetto “ambiente” , annunciandovi le mie proposte.

Le mie idee sono di rispettare l’ambiente di tutti. Ad esempio se lasciamo cadere i mozziconi di sigaretta, se buttiamo per terra le gomme da masticare  e con loro molte altre cartacce, il nostro ambiente diventerà una pattumiera!

A casa vostra buttate le cartacce per terra? No!

Buttate le gomme da masticare in giro? Non credo proprio!

Pitturate i muri di casa vostra? No!

Allora perché farlo nell’ambiente di tutti? Mi impegnerò a portare avanti questo progetto.

Vorrei che tutti i bambini, qualche giorno alla settimana, venissero aiutati nei compiti per casa. Ci saranno a disposizione dei volontari: delle maestre.

Queste attività non saranno a pagamento e saranno aperte a tutti i bambini delle elementari che ne avranno bisogno.Mi impegnerò affinché  venga attuata questa cosa.

Vorrei anche aiutare i bambini che vanno a scuola a piedi da soli, realizzando il pedibus.

Soprattutto per i bambini che vanno a scuola da soli, in modo tale da avere più sicurezza.

A questi progetti tengo molto e vorrei fossero realizzati.

RACHELE